La sinergia professionale chiave nel settore informatico (IT)

 

 

L’informatica nel corso degli anni è diventata onnipresente in qualunque settore lavorativo e non solo, si è assistito nell’ultimo ventennio ad una evoluzione esponenziale.

Con la sua evoluzione sono nate tante figure professionali e soprattutto, dai più esperti ai meno abbiamo tutti compreso la sua multidisciplinarietà.

Dalla mia esperienza quasi ventennale nell’IT, racchiudo tutte queste figure in 3 “macro” figure con le quali mi capita spesso di confrontarmi, in tutte le realtà aziendali dalle infrastrutture più piccole alle più evolute servono e sono fondamentali : L’ installatore elettrico/elettronico, il sistemista tecnico it, il programmatore sviluppatore, unite fra loro da una stretta interazione e collaborazione.

La figura del buon installatore elettrico ed elettronico è la base di partenza, è colui che ricevuto e discusso il progetto dell’infrastruttura da parte del sistemista o committente, si occuperà della parte fisica, del cablaggio delle linee, la posa dei cavi di rete , impianto elettrico a regola d’arte, del montaggio degli armadi-rack, prese, gruppi di continuità, infine collaudo tecnico finale e conformità.

Il sistemista o tecnico generale it è la figura di mezzo, è il responsabile della manutenzione, della configurazione della rete fisicamente realizzata dall’installatore, del funzionamento dei sistemi informatici, e della sicurezza di essi. Il suo compito è quello di gestire tutti gli elementi hardware e software in uso, apparati di rete, in modo da assicurare il funzionamento dell’intera infrastruttura informatica, ad esempio computer, stampanti, server, database, programmi informatici, connessioni internet e intranet VPN, Cloud.

Il programmatore/sviluppatore è quella figura che consegnata l’installazione e configurazione dell’infrastruttura o sistema quali server o cloud da parte delle 2 precedenti figure , provvederà a sviluppare software all’interno di essa a seconda delle esigenze e tipologie aziendali. E’ un professionista che con la sua conoscenza dei vari linguaggi di programmazione è in grado di realizzare applicativi o software su misura locali di rete o web agendo specificamente sul codice.

Con questo per sottolineare di quanto un buon funzionamento e controllo dell’infrastruttura dipenda necessariamente dal loro importante lavoro sinergico un lavoro “quasi di team”.